Comunità della Beata Vergine del Bisbino

Cerca

Eventi

Dom Feb 03
GIORNATA DELLA VITA
Dom Feb 03
SAN BIAGIO
Gio Feb 07 @20:30 -
ADORAZIONE SETTIMANALE
Ven Feb 08 @21:00 -
CONFERENZA
Dom Feb 10
GIORNATA DEL MALATO
Lun Feb 11 @21:00 -
ULTIMA SCHEDA SINODO
Gio Feb 14 @20:40 -
VESPRO VICARIALE
Sab Feb 16 @07:00 -
PELLEGRINAGGIO SOCCORSO
Sab Feb 16 @19:30 -
CENA BENEFICA
Gio Feb 21 @20:30 -
ADORAZIONE SETTIMANALE

Condividi

Comunità

Powered by JoomlaGadgets

Home
Commento al Vangelo del 11/12(2011
Scritto da don Antonio   
Lunedì 12 Dicembre 2011 08:44

 

In mezzo a voi sta uno che voi non conoscete

Giovanni non dice sé stesso. Io sono voce che dice un altro. Giovanni non era lui la luce ma doveva dare testimonianza alla luce. Egli manda un messaggio preciso, forte: In mezzo a voi sta uno che voi non conoscete. Allora come oggi questo è il passaggio più problematico dell’esperienza religiosa. Tutti sappiamo che c’è Dio, tutti ci sforziamo di credere in Lui ma non conosciamo, non ci rendiamo conto della novità sconvolgente che il suo “esserci” comporta per la nostra vita. Ci siamo fatto un Dio compatibile con i nostri ritmi, i nostri egoismi, la nostra voglia di non rischiare più di tanto. Un Dio così ci lascia tranquilli e possiamo continuare pacificamente a crede senza differenziarci troppo dagli altri. In mezzo a voi sta uno che voi non conoscete. Il Dio di Gesù Cristo,, il Dio che è Gesù Cristo è un Dio tutto diverso. E’ un Dio che sta in mezzo a noi ma che noi non conosciamo. Egli ha dato la vita e chiede ai suoi discepoli di fare altrettanto. Di meno non è la sua religione. Questa settimana abbiamo un grosso lavoro da fare. In mezzo a voi sta uno che voi non conoscete

 
Novena di Natale
Scritto da Marco Bonardi   
Venerdì 09 Dicembre 2011 15:22

NOVENA DI NATALE 2011

mosaico novena 2011 S

Ascolta, o Padre, le preghiere del tuo popolo in attesa del tuo Figlio che
viene nell'umiltà della condizione umana la nostra gioia si compia alla
fine dei tempi quando egli verrà nella gloria.


PER I GIOVANI E GLI ADULTI

da venerdì 16 a venerdì 23 dicembre

ore 20.45

presso la CHIESA PARROCCHIALE di PIAZZA S.STEFANO

Domenica 18 ore 17.00 PRESEPE VIVENTEsospesa la Novena delle 20.45)

*****************

PER I BAMBINI E I RAGAZZI delle scuole primarie e delle medie

da giovedì 15 a mercoledì 21 (SABATO e DOMENICA in parrocchia)

MEDIE: ore 7.35 presso la Scuola media "don U. Marmori" di Cernobbio (Aula magna)

  presso la Scuola media "Walt Disney" di Maslianico

ELEMENTARI: ore 8.05 presso la Scuola primaria di Cernobbio-capoluogo (palestrina)

                       presso la scuola primaria di Cernobbio-Camposolare

     presso la Scuola primaria di Maslianico

Ultimo aggiornamento Venerdì 09 Dicembre 2011 15:28
 
Commento al Vangelo del 04/11/2011
Scritto da don Antonio   
Lunedì 05 Dicembre 2011 08:38

Preparate la via del Signore.

Marco presenta Giovanni come il compimento della profezia di Isaia: Ecco innanzi a te io mando il mio messaggero, egli preparerà la tua via. La strada in questione è quella su cui l’uomo e Dio si vanno incontro. Il luogo dell’appuntamento è il Natale. Da quel momento l’uomo e Dio sono insieme. E il Verbo si fece carne. Marco racconta Giovanni come “l’uomo della strada” a partire da quello che fa, da quello che è, e dal suo rapporto con Gesù. Il “fare” di Giovanni era una lotta serrata “a vincere il male facendo il bene”. Egli proclamava un battesimo di conversione e tutti andavano da lui confessando i propri peccati. La sua vita era vuota di tutto il resto per essere concentrata nella missione che Dio gli affidava. Giovanni era vestito di peli di cammello…e mangiava cavallette .Il suo rapporto con Gesù era la radice di tutto. Viene dopo di me colui che è più forte di me… egli vi battezzerà in Spirito Santo. L’incontro con Gesù a Natale sulla via di Dio chiede anche a noi un altro fare, un’altra vita, un altro rapporto con Lui.

Preparate la via del Signore

Ultimo aggiornamento Martedì 06 Dicembre 2011 16:04
 
Commento al Vangelo del 27/11/2011
Scritto da don Antonio   
Mercoledì 30 Novembre 2011 08:26

Fate attenzione vegliate.

Incomincia l’Avvento. Da subito risuona l’invito vegliate che definisce l’anima con cui vivere questo tempo dell’attesa. Gesù ci spiega il senso del vegliate con una parabola. Il padrone prima di partire ha affidato a tutti i suoi servi un compito. Nessuno deve approfittare dell’assenza del padrone per sottrarsi alla propria responsabilità. Non deve capitare che al suo ritorno il padrone vi trovi addormentati. Vegliate vuol dire che ciascuno deve fare bene quello che il Signore gli domanda. Non ci sono ruoli importanti e ruoli di secondo piano. La dignità di ogni vocazione sta nell’essere la cosa che Dio chiede a me. Il fare bene tutti i giorni il proprio dovere anche quando non si sta bene, anche quando non ci si sente capiti, anche quando tutto va storto, anche quando…. richiede semplicemente l’eroismo. Il vegliate dice una fedeltà di tutti i giorni. La grandezza di tante mamme, di tante persone semplici consiste nel farsi sante attraverso la normalità. Maria la maestra dell’attesa è stata la più grande dei santi percorrendo la via più comune, quella dell’essere mamma e dell’essere sposa. In questo avvento partiamo con il piede giusto Fate attenzione vegliate

Ultimo aggiornamento Martedì 06 Dicembre 2011 16:05
 


Pagina 216 di 244

Design by Gabriele Della Torre / Script by Joomla! / Webmaster: - / Versione 1.5.4 / Licenza Creative Commons
Il contenuto di www.bisbino.it è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.