Comunità della Beata Vergine del Bisbino

Cerca

Eventi

Sab Mar 21 @16:00 -
0-6 ANNI

Condividi

Comunità

Powered by JoomlaGadgets

Home
19 MARZO SAN GIUSEPPE
Scritto da segreteria BVB   
Giovedì 19 Marzo 2020 09:54

Preghiera a San Giuseppe.

A te, o beato Giuseppe, stretti dalla tribolazione, ricorriamo, e fiduciosi invochiamo il tuo patrocinio, dopo quello della tua santissima sposa. Per, quel sacro vincolo di carità, che ti strinse all'Immacolata Vergine Maria, Madre di Dio, e per l'amore paterno che portasti al fanciullo Gesù, riguarda, te ne preghiamo, con occhio benigno la cara eredità che Gesù Cristo acquistò col suo Sangue, e col tuo potere ed aiuto sovvieni ai nostri bisogni. Proteggi, o provvido custode della divina Famiglia, l'eletta prole di Gesù Cristo: allontana da noi, o Padre amatissimo, gli errori e i vizi, che ammorbano il mondo; assistici propizio dal cielo in questa lotta col potere delle tenebre, o nostro fortissimo protettore; e come un tempo salvasti dalla morte la minacciata vita del pargoletto Gesù, così ora difendi la santa Chiesa di Dio dalle ostili insidie e da ogni avversità; e stendi ognora sopra ciascuno di noi il tuo patrocinio, affinché a tuo esempio e mediante il tuo soccorso, possiamo virtuosamente vivere, piamente morire e conseguire l'eterna beatitudine in cielo.
AMEN.

 
LA PAROLA 15 marzo 2020
Scritto da segreteria BVB   
Venerdì 13 Marzo 2020 10:31

III DOMENICA di QUARESIMA – 15 marzo 2020

dal Vangelo secondo Giovanni 4, 5-15.19b-26.39a.40-42

In quel tempo, Gesù giunse a una città della Samarìa chiamata Sicar, qui c'era un pozzo di Giacobbe. Giunge una donna samaritana ad attingere acqua. Le dice Gesù: «Dammi da bere». Allora la donna samaritana gli dice: «Come mai tu, che sei giudeo, chiedi da bere a me, che sono una donna samaritana?». Gesù le risponde: «Se tu conoscessi il dono di Dio e chi è colui che ti dice: Dammi da bere!, tu avresti chiesto a lui ed egli ti avrebbe dato acqua viva»……

 

 

LA PAROLA DA VIVERE PROPOSTA DAI NOSTRI SACERDOTI

 

“SE TU CONOSCESSI IL DONO DI DIO”

Nel dialogo tra Gesù e la Samaritana colpisce che a domandare, ad esprimere un bisogno, sia Dio e non la donna: “Dammi da bere”.

La donna samaritana non conosce il dono che Dio vuole fargli; è Gesù che piano piano la porta a scoprire questo dono fino a che lei può fare la richiesta: “dammi quest’acqua”.

Questo è ciò che avviene in ogni rapporto con Dio: è lui che ci conosce più di noi stessi e sa ciò di cui abbiamo bisogno.

Questo è anche ciò che stiamo sperimentando in questo periodo difficile.

Signore non sappiamo bene che cosa domandarti, non vediamo bene ciò che è più importante per noi, non conosciamo bene ciò di cui abbiamo più sete.

Aiutaci Gesù Cristo a conoscere il dono di Dio.

" (…) Spingici senza tregua; facci camminare, facci andare ed essere là dove più l'uomo ha necessità, fame e sete di Te, della Tua giustizia, della Tua verità. Che quel luogo sia qui, nelle nostre città, nei nostri paesi (..) Aiutaci Cristo, nostro re, nostro fratello e nostro Signore. Aiutaci anche ad aiutarci tutti insieme! Fa che la nostra comunione lieviti come un pane e sia la comunione e la libertà di tutti gli uomini".

Preghiera di Giovanni Testori intitolata: "Aiutaci Cristo"

Ultimo aggiornamento Venerdì 13 Marzo 2020 10:31
 
AGGIORNAMENTO 13.03.2020
Scritto da segreteria BVB   
Venerdì 13 Marzo 2020 09:57

AGGIORNAMENTO 13.03.2020

INTENZIONI MESSE: le S. Messe con partecipazione di popolo rimangono sospese. Ricordiamo che i sacerdoti celebrano ogni giorno in forma privata.  Se qualcuno volesse mantenere l’intenzione nel giorno fisso che aveva già concordato, può contattare il sacerdote della parrocchia in modo che celebri per quella intenzione. Per le altre, si chiede, al termine dell’emergenza di telefonare in parrocchia per fissare una nuova data.

CONFESSIONI: sono sospesi i turni di confessione a Maslianico. Se qualcuno dovesse avere un’esigenza particolare, contatti direttamente il sacerdote della parrocchia dove abita, per prendere accordi.

VISITA AI MALATI: è sospesa la Comunione e la visita ai malati però in caso di bisogno urgente i sacerdoti, previo accordo, possono amministrare l’Unzione degli Infermi o la Comunione in forma di viatico.

 
la PAROLA 8 MARZO 2020
Scritto da segreteria BVB   
Venerdì 06 Marzo 2020 15:52

II DOMENICA di QUARESIMA  –  8 marzo 2020

dal Vangelo secondo Matteo Mt 17, 1-9
In quel tempo, Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni e li condusse su un alto monte. E fu trasfigurato davanti a loro: il suo volto brillò come il sole e le sue vesti divennero candide come la luce. Ed ecco apparvero loro Mosè ed Elia. Pietro disse a Gesù: «Signore, è bello per noi essere qui! Se vuoi, farò qui tre capanne, una per te, una per Mosè e una per Elia». Ed ecco una voce dalla nube che diceva: «Questi è il Figlio mio, l'amato: in lui ho posto il mio compiacimento. Ascoltatelo». All'udire ciò, i discepoli caddero con la faccia a terra e furono presi da grande timore. Ma Gesù si avvicinò, li toccò e disse: «Alzatevi e non temete». Alzando gli occhi non videro nessuno, se non Gesù solo. ».

LA PAROLA DA VIVERE proposta dai nostri sacerdoti

“ALZANDO GLI OCCHI NON VIDERO NESSUNO, SE NON GESU’ SOLO”

 

Manca sempre qualcosa, c'è un vuoto

in ogni mio intuire. Ed è volgare,

questo non essere completo, è volgare,

mai fui così volgare come in questa ansia,

questo "non avere Cristo"

" Poesia In Forma Di Rosa" di Pier Paolo Pasolini

Questa poesia di Pasolini richiama una delle esperienze più comuni a noi uomini: il percepire una mancanza.

Gesù nel cammino per andare a morire in croce fa fare a Pietro, Giacomo e Giovanni un’esperienza unica. Gli fa sperimentare la gloria di Dio; loro non ci capiscono molto e sono solo in grado di esprimere la bellezza di quello cha stanno vivendo. Ad un certo punto Matteo ci dice che gli apostoli alzando gli occhi videro Gesù solo.

Ci è piaciuta molto questa frase perché sintetizza tutto il cammino di Quaresima che siamo chiamati a fare: eliminare tutto ciò che è superfluo nella nostra vita per arrivare a Gesù solo. Nel gesto di alzare gli occhi si può leggere il bisogno di andare oltre ciò che è terreno che ci lascia insoddisfatti e il desiderio di superare tutte le cose negative del mondo.

Questa frase la sentiamo ancora più forte in queste settimane difficili, davanti al virus che tanto ci spaventa non esitiamo ad alzare gli occhi al cielo. Il Signore ci faccia vedere il nostro salvatore: Gesù.

Ultimo aggiornamento Venerdì 06 Marzo 2020 15:53
 


Pagina 3 di 282

Design by Gabriele Della Torre / Script by Joomla! / Webmaster: - / Versione 1.5.4 / Licenza Creative Commons
Il contenuto di www.bisbino.it è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.