Comunità della Beata Vergine del Bisbino

Cerca

Eventi

Lun Mag 14
ROSARIO NELLE FRAZIONI
Gio Mag 17 @21:00 -
FIACCOLATA
Sab Mag 19
I COMUNIONE-CRESIMA
Sab Mag 19 @07:00 -
SOCCORSO
Lun Mag 21
ROSARIO NELLE FRAZIONI
Gio Mag 24 @21:00 -
PREGHIERA MARIANA
Dom Mag 27
PELLEGRINAGGIO OROPA
Lun Mag 28
ROSARIO NELLE FRAZIONI
Gio Mag 31 @21:00 -
FIACCOLATA
Dom Giu 03
CORPUS DOMINI

Condividi

Comunità

Powered by JoomlaGadgets

Home
la PAROLA 13 MAGGIO 2018
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 14 Maggio 2018 09:12

ASCENSIONE DEL SIGNORE - B - 13 MAGGIO 2018
«Agiva insieme con loro» (Mc 16,20)
Pensare all'evento dell'ascensione potrebbe farci credere che il Signore Gesù, conclusa la sua esperienza terrena, sia tornato da dove era venuto, chiudendo così quella breve parentesi nella quale avrebbe lasciato un insegnamento nuovo per la vita dei credenti. In verità le cose non stanno esattamente in questo modo. La natura umana assunta dal Verbo divino nell'incarnazione resta una realtà sempre attuale e destinata a non concludersi mai. Gesù continua ad essere il Dio fatto uomo, anche ora che è tornato alla destra del Padre.
La risurrezione e l'ascensione non marcano una distanza sempre più incolmabile tra noi e Dio ma, al contrario, inaugurando la vita nuova della Pasqua, aprono ad ogni uomo e donna l'accesso a tale novità. Tornato nei cieli, Gesù continua ad essere presente nella storia del mondo, non più soltanto nella Palestina di due millenni fa ma in forma capillare in ogni luogo e tempo in cui nuovi battezzati accolgono il suo invito e i credenti celebrano il memoriale della sua morte e risurrezione nell'Eucaristia.
La strabiliante opera di diffusione del cristianesimo, che nei primi decenni dopo l'ascensione ha visto il suo periodo di maggiore espansione, è concepibile soltanto se considerata sotto la guida dello Spirito Santo e se sappiamo cogliere la presenza di Gesù stesso nell'annuncio della Chiesa. A partire da questa grande verità, ognuno di noi deve sentirsi partecipe del compito di portare il Vangelo in tutto il mondo avendo fiducia nella presenza efficace di Gesù, che nelle nostre parole e nelle nostre opere continua ad operare per proporre la via della vita vera ad ogni uomo e donna indistintamente.

 
PELLEGRINAGGIO SANTUARIO DI OROPA
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 07 Maggio 2018 09:17

ISCRIZIONI IN SCADENZA
PER
PELLEGRINAGGIO SANTUARIO DI OROPA
DOMENICA 27 MAGGIO 2018

prenotazioni e versamento quota entro venerdì 11 maggio
tel. Grazia 333 400 61 94 – Mariella 345 100 70 54

Ultimo aggiornamento Lunedì 07 Maggio 2018 09:17
 
8X1000
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 07 Maggio 2018 09:16

Domenica 6 maggio 2018
Giornata nazionale di sensibilizzazione per il sostegno economico alla Chiesa cattolica

Le assegnazioni annuali dei fondi da parte dello stato non sono automatiche perciò ogni anno la Chiesa cattolica si affida ai fedeli per la scelta della destinazione dell'8xmille a suo favore.
E' grazie alla firma di ciascuno, che la Chiesa anche nel 2017 ha potuto seguire tre grandi linee d'azione:
1-progetti di culto e pastorale
2-sostegno ai 35 mila preti compresi circa 500 missionari
3-interventi caritativi
Ogni cittadino può partecipare mettendo l'apposita firma nella propria dichiarazione dei redditi (modello 730 e/o Unico).

Anche chi è titolare del solo modello CU, e non presenta la dichiarazione dei redditi, può partecipare compilando la scheda che vi si trova allegata, consegnandola poi in busta chiusa ad un ufficio postale o a un CAF (si raccomanda, oltre alla firma per la Chiesa Cattolica, anche la firma a fondo pagina)

Diamo sostegno alle opere della Chiesa: una firma non costa nulla.
L'8xmille infatti NON è una ulteriore imposta, ma è parte delle imposte che già si pagano e che, altrimenti, andrebbero suddivise tra le 12 istituzioni presenti sulla scheda.


N.B. Le firme per il 5xmille e per il 2xmille sono possibilità in più che non escludono quella per l'8xmille.

 
la PAROLA 6 MAGGIO 2018
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 07 Maggio 2018 09:14

VI DOM. PASQUA - B - 6 MAGGIO 2018
«La vostra gioia sia piena» (Gv 15,11b)

Nel cuore del bellissimo capitolo XV del vangelo di Giovanni troviamo il brano di questa domenica, nel quale Gesù ribadisce ai suoi apostoli, una volta in più e con estrema chiarezza, qual è la volontà di Dio per l'esistenza di ogni uomo: «la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena».
Anzitutto cioè la condivisione della gioia divina. Non si tratta qui della gioia passeggera per qualche lieto evento della vita, la gioia di Cristo ha il sapore dell'eternità, è il frutto dell'amore che fin dal principio il Padre riversa sul Figlio. E questa gioia può appartenere ad ogni uomo che accoglie Cristo nella sua vita, scoprendo così di essere amato da lui secondo lo stesso amore originario del Padre.
In seconda battuta, il progetto di Dio per noi è la pienezza della gioia, è la felicità. A volte i cristiani, intenti al rispetto dei dogmi e alla ricerca dell'integrità della disciplina morale, rischiano di dimenticare che il cristiano è anzitutto un uomo felice, una persona che vive in pienezza la vita, perché questo è il desiderio ultimo di Dio per lui. Certamente bisogna ricordare che la felicità non è necessariamente il benessere economico e forse nemmeno soltanto la salute fisica, ma che può essere trovata anche nelle difficoltà della vita quotidiana perché dipende, prima che da ogni altra cosa, dall'amore che anima le nostre giornate. Un amore che trova il suo culmine in quello che Gesù ha detto e vissuto per primo: dare la vita per i propri amici.

 


Pagina 2 di 216

Design by Gabriele Della Torre / Script by Joomla! / Webmaster: - / Versione 1.5.4 / Licenza Creative Commons
Il contenuto di www.bisbino.it è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.