Comunità della Beata Vergine del Bisbino

Cerca

Eventi

Lun Mag 14
ROSARIO NELLE FRAZIONI
Gio Mag 17 @21:00 -
FIACCOLATA
Sab Mag 19
I COMUNIONE-CRESIMA
Sab Mag 19 @07:00 -
SOCCORSO
Lun Mag 21
ROSARIO NELLE FRAZIONI
Gio Mag 24 @21:00 -
PREGHIERA MARIANA
Dom Mag 27
PELLEGRINAGGIO OROPA
Lun Mag 28
ROSARIO NELLE FRAZIONI
Gio Mag 31 @21:00 -
FIACCOLATA
Dom Giu 03
CORPUS DOMINI

Condividi

Comunità

Powered by JoomlaGadgets

Home
GIORNATE DELLA CONTEMPLAZIONE
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 05 Febbraio 2018 09:55

GIORNATE DI CONTEMPLAZIONE ALL'INIZIO DELLA QUARESIMA    14-15-16 FEBBRAIO 2018

14 FEBBRAIO MERCOLEDI DELLE CENERI
Cernobbio/S. Vincenzo    ore 8.00 messa e imposizione ceneri
Maslianico/S. Ambrogio   ore 9.00 messa e imposizione ceneri
Maslianico/S. Teresa       ore 16.15 liturgia e imposizione ceneri
Cernobbio/oratorio           ore 17.00 liturgia e imposizione ceneri
Rovenna                         ore 17.00 messa e imposizione ceneri
Piazza                            ore 18.00 messa e imposizione ceneri
Maslianico/S. Teresa       ore 21.00 messa BVB e imposizione ceneri

15 FEBBRAIO GIOVEDI
Cernobbio/S. Vincenzo    ore 7.30 lodi e messa
Piazza                            ore 7.30 lodi
Maslianico/S. Teresa       ore 8.30 lodi
Casnedo                        ore 9.00 messa e imposizione ceneri
Casa di riposo                ore 16.00 via crucis
Rovenna                        ore 17.00 messa
Maslianico                      ore 17.30 messa
Piazza                            ore 17.30 messa
Maslianico                      ore 20.30 adorazione BVB settimanale

16 FEBBRAIO I° VENERDI DI QUARESIMA
Cernobbio/S. Vincenzo    ore 7.30 lodi e messa
Piazza                            ore 7.30 lodi
Maslianico/S. Teresa        ore 8.30 lodi e messa
Maslianico/S. Teresa        ore 15.00 via crucis
Cernobbio/S. Vincenzo     ore 15.00 via crucis
Rovenna                           ore 16.30 via crucis e messa
Piazza                             ore 17.00 via crucis e messa
Piazza ore 21.00 I° QUARESIMALE BVB  CON LA PRESENZA DEL NOSTRO VESCOVO MONS. OSCAR 

Ultimo aggiornamento Lunedì 05 Febbraio 2018 09:57
 
GIORNATA MONDIALE DEL MALATO
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 05 Febbraio 2018 09:47

XXVI GIORNATA MONDIALE DEL MALATO
DOMENICA 11 FEBBRAIO 2018    BEATA VERGINE MARIA DI LOURDES
Domenica 11 febbraio pregheremo il S. Rosario per affidare alla Madonna i malati delle nostre parrocchie nei seguenti momenti:
Rovenna     dopo la S. Messa delle ore 9.45
Maslianico  dopo la S. Messa delle ore 10.00
Cernobbio   alle ore 10.00 prima della S. Messa delle ore 10.30
Piazza       alle ore 10.15 prima della S. Messa delle ore 11.00
Stimianico   alle ore 10.30 prima della S. Messa delle ore 11.00

Unzione degli infermi :
Piazza= domenica 11 febbraio durante S. Messa ore 11.00
Casa di Riposo Stimianico= lunedì 12 febbraio ore 15.45

Ultimo aggiornamento Lunedì 05 Febbraio 2018 09:48
 
la PAROLA 4 FEBBRAIO 2018
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 05 Febbraio 2018 09:44

V DOM. T.O. - B - 4 FEBBRAIO 2018   «TUTTI TI CERCANO!» (MC 1,37B)

Continua l'attività di Gesù a Cafarnao e noi possiamo notare come la sua giornata non sia dedicata esclusivamente all'insegnamento ma comprenda almeno due altre grandi attività.Nel ritmo incalzante della narrazione di Marco, uscito dalla sinagoga ed entrato nella casa di Pietro, Gesù incontra il caso della sua suocera, costretta a stare a letto per la febbre, e con grande disinvoltura la libera dalla malattia. Ma la presenza terapeutica del Cristo non si rivela soltanto nel ridonare la salute al fisico piagato. Nella folla di bisognosi che vengono portati a lui quella sera si trovano mischiati ammalati e indemoniati e tutti loro ricevono la grazia, perché la guarigione di Gesù investe anche l'anima dell'uomo come azione che elimina ogni tipo di male, è dono di libertà.E la terza attività che occupa il tempo di Gesù è la più sorprendente, almeno per «Simone e quelli che erano con lui». Quando tutti lo stanno cercando, quando il senso del dovere dovrebbe spingerlo a continuare ad insegnare e liberare quelli che lo cercano, Gesù si ritira in un luogo solitario e prega.Il Messia fin dall'inizio del suo ministero non risponde alla logica umana. Ci insegna che non basta fare per fare il bene, che l'attivismo non serve. Senza uno spazio scelto e riservato per il rapporto personale con il Padre, nella preghiera e nel raccoglimento, le nostre opere saranno forse utili agli altri e gratificanti per noi, ma estranee alla missione di edificare quel solo Regno nel quale l'uomo potrà trovare l'eterna felicità.

Ultimo aggiornamento Lunedì 05 Febbraio 2018 09:45
 
la PAROLA 28 GENNAIO 2018
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 29 Gennaio 2018 09:52

IV DOM. T.O. - B - 28 GENNAIO 2018 «INSEGNAVA COME UNO CHE HA AUTORITÀ» (MC 1,22B)
A quel tempo tutti ascoltavano quello che dicevano gli scribi. Studiosi dei Profeti e della Legge, quegli uomini custodivano e ripetevano agli israeliti l'alleanza che fin dal Sinai vincolava il popolo a Dio, predilezione e libertà in cambio dell'esclusività.
Ma le parole di Gesù stupiscono. Non è uno scriba, eppure il suo insegnamento supera addirittura quello degli scribi. E la differenza la fa quella sua autorità, in grecoexousia, che pur senza andar contro le verità della fede ebraica, promosse da tutti gli scribi, le supera e riempie di contenuto nuovo. L'autorevolezza di Gesù non è conseguenza del suo tono di voce o del senso di soggezione che poteva trasmettere; è piuttosto l'effetto del legame naturale tra lui e ciò che insegna, tra la sua identità di Figlio di Dio e il messaggio del Vangelo. La sua autorevolezza è il segno dell'alleanza nuova, che con parole vecchie – l'insegnamento dell'Antico Testamento non è stato mai rigettato – promette un mondo completamente rinnovato nella persona di Gesù.
Che la parola di Gesù è diversa da quella degli scribi – perché è parola incarnata e vissuta e non soltanto ripetuta e riportata – lo riconoscono anzitutto gli spiriti impuri, che di fronte alla visione della propria impotenza e rovina vengono assaliti dalla disperazione. Per noi l'autorevolezza di Gesù è invece lo spiraglio di luce che si fa strada nelle tenebre, è la mano potente che ci risolleva dalle nostre cadute, è l'insegnamento nuovo che dà senso all'esistenza.
Cercare e seguire l'insegnamento di Gesù, ascoltando il suo Vangelo e la sua Parola, significa stupirsi e rasserenarsi di fronte al volto di Dio, che si rende visibile e accessibile nelle nostre giornate.

 


Pagina 10 di 216

Design by Gabriele Della Torre / Script by Joomla! / Webmaster: - / Versione 1.5.4 / Licenza Creative Commons
Il contenuto di www.bisbino.it è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.