Comunità della Beata Vergine del Bisbino

Cerca

Eventi

Ven Giu 30 @18:00 -
FESTA FINALE GREST
Ven Lug 07 @07:30 -
I° VENERDI MESE
Mer Lug 26
SANT'ANNA

Condividi

Comunità

Powered by JoomlaGadgets

Home
AVVISO dalla DIOCESI
Scritto da segreteria BVB   
Martedì 18 Aprile 2017 10:47

Il Vescovo Mons. Oscar Cantoni ha nominato don FABIO FORNERA

VICARIO EPISCOPALE PER LA PASTORALE.

Dalla BVB gli auguri di buon lavoro

 
la PAROLA PASQUA 2017
Scritto da segreteria BVB   
Martedì 18 Aprile 2017 10:46

"E vide e credette"  PASQUA DI RISURREZIONE
Dal Vangelo secondo Giovanni 20, 1-9
La corsa al sepolcro di Pietro e di Giovanni ("il discepolo che Gesù amava") è un gesto umanissimo, che racchiude timori e speranze di quegli apostoli ma anche di tutti noi.
In questo brano ricorre più volte, in poche righe, il verbo "vedere": Maria Maddalena vede la pietra tolta dal sepolcro, Giovanni in un primo tempo vede dall'esterno della tomba i teli posati da parte, Pietro entra e può vedere anche il sudario e, infine, Giovanni entra a sua volta e di lui si dice che "vide e credette". Non è precisato a cosa si riferisca quel "vide", se ai teli ripiegati e al sudario o a ciò che manca, al corpo di Gesù: certo è che l'espressione indica una capacità di leggere, di interpretare la realtà, di guardarla in modo pieno. Non è indifferente che questo avvenga da parte del discepolo che Gesù amava, quasi a indicare che la pienezza dello sguardo umano risiede nell'amore. Sembra esserci dunque un crescendo di quel "vedere", fino al compiersi di una realtà umana e naturale che approda a quella altrettanto umana e soprannaturale della fede.
La corsa e l'ingresso nel sepolcro segnalano la necessità di un movimento da parte dell'uomo, chiamato a uscire da sé e ad andare, a entrare fino in fondo in quella tomba, simbolo dei nostri dolori e delle nostre sconfitte, per scoprirvi la vittoria di Cristo. La nostra vittoria.

 
CARITA'
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 10 Aprile 2017 09:41

CARITA'

Il Giovedì Santo la liturgia prevede, durante la Coena Domini, al momento dell'Offertorio, di portare direttamente all'altare le offerte per i poveri. Siete dunque invitati quel giorno a portare all'altare il frutto delle vostre rinunce di Quaresima.

Il Venerdì Santo, come da tradizione, la Chiesa invita a pregare e a raccogliere offerte per i luoghi e i cristiani di Terra Santa. Nelle nostre parrocchie la raccolta avverrà durante la celebrazione dell'Azione Liturgica.

Ultimo aggiornamento Lunedì 10 Aprile 2017 09:42
 
la PAROLA 9 APRILE 2017
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 10 Aprile 2017 09:40

"Ecco, a te viene il tuo re, mite"     DOMENICA DELLE PALME E DELLA PASSIONE
Dal Vangelo secondo Matteo 21,1-11
Il racconto dell'ingresso di Gesù a Gerusalemme sottolinea ancora una volta la concretezza dell'incarnazione: "Il Signore ne ha bisogno" è quel che i discepoli avrebbero dovuto dire a chi avesse chiesto loro conto dell'asina e del puledro slegati e portati via; una frase che ricorda come Gesù realizza la salvezza anche per mezzo di noi e della nostra umanità.
Il racconto mette poi in luce alcuni contrasti: Gesù è sì un re accolto trionfalmente, ma viene in umiltà e mitezza, cavalcando un'asina. Una folla numerosissima grida con forza la sua gioia e la sua accoglienza, ma di lì a pochi giorni, a quello stesso re, griderà anche: "Sia crocifisso!".
Torna allora con forza una domanda che ha accompagnato il cammino quaresimale e che, per la verità, innerva tutto il Vangelo: "Chi è costui?". Che tipo di Messia e di re è Gesù?
La risposta data dalla folla, un profeta che viene da Nazaret di Galilea, resta superficiale. Solo guardando, di lì a poco, alla sua croce, solo percorrendo fino in fondo il cammino della Settimana Santa, si potrà capire davvero chi è Gesù.

 


Pagina 10 di 191

Design by Gabriele Della Torre / Script by Joomla! / Webmaster: - / Versione 1.5.4 / Licenza Creative Commons
Il contenuto di www.bisbino.it è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.