Comunità della Beata Vergine del Bisbino

Cerca

Eventi

Sab Dic 22 @20:45 -
CONCERTO
Dom Dic 23
BENEDIZIONE STATUINE
Mer Dic 26
SANTO STEFANO
Gio Gen 10 @20:45 -
VESPRO VICARIALE
Dom Gen 13 @10:30 -
PRESENTAZIONE CRESIMANDI
Mar Gen 15 @21:00 -
VICARIO GENERALE
Gio Gen 17 @20:30 -
ADORAZIONE SETTIMANALE
Sab Gen 19 @07:00 -
PELLEGRINAGGIO SOCCORSO
Mar Gen 22
SAN VINCENZO

Condividi

Comunità

Powered by JoomlaGadgets

Home
la PAROLA 11 NOVEMBRE 2018
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 12 Novembre 2018 09:49

XXXII DOM. T.O. - B - 11 NOVEMBRE 2018
«Tutto quanto aveva per vivere» (Mc 12,44c)

Il vangelo di questa domenica porta la nostra attenzione sull'idea della totalità, della scelta esclusiva ed impegnativa a favore del Regno di Dio che il credente deve perseguire nella sua vita.Non perdiamo però di vista il contrasto che Gesù mette a fuoco in questo brano: la totalità non corrisponde necessariamente a qualcosa di enorme e grandioso, a volte la totalità è poca cosa, «due monetine, che fanno un soldo», ma nella sua piccolezza vale più di tutto. Quello che Gesù apprezza di questa vedova povera è la sua decisione di dare a Dio tutto quello che aveva per vivere, che significa affidare a lui se stessa e la sua stessa vita, consapevole che tutto ciò che possiede lo ha ricevuto dalla bontà divina.Facendo notare la bellezza del gesto della donna – che altrimenti sarebbe apparso misero a confronto delle grandi cifre gettate in offerta dai ricchi – Gesù dimostra di osservare in profondità la vicenda degli uomini, riuscendo a cogliere quale moto dell'animo spinge le persone all'azione. Sapere che lui sa guardare e leggere con sapienza il nostro agire ci deve portare a verificare noi stessi, a prendere coscienza della totalità di donazione che il Regno di Dio ci richiede e della strada che abbiamo saputo percorrere finora in questa direzione.L'offerta dei più ricchi non è negativa, ma nemmeno al livello di quella della vedova, è una tappa precedente del cammino. Non si tratta di soldi, si tratta di scegliere di affidare a Dio tutta la nostra esistenza oppure solo alcuni ritagli di essa.

 
PEREGRINATIO MARIAE
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 05 Novembre 2018 09:23

VICARIATO DI CERNOBBIO

IN PEREGRINATIO

Dal 10 ottobre 2018 una speciale “Peregrinatio Mariae”sta coinvolgendo i santuari e alcune chiese della nostra diocesi. Maria sarà pellegrina fra le genti, mentre i fedeli sono chiamati a   riflettere, con il Sinodo diocesano,su come essere  “testimoni  della Misericordia del Padre”.

Sarà l'effige della Madonna di Gallivaggio, dopo la rovinosa frana dello scorso maggio, che incontreremo nel nostro Pellegrinaggio alla Cattedrale di Como.

SABATO 17 NOVEMBRE 2018

PELLEGRINAGGIO a PIEDI (senza iscrizione)  (rientro indipendente)

ore 8.00 ritrovo presso parcheggio Villa Erba

partenza a piedi e arrivo in Cattedrale a Como

ore 9.30 S. Rosario meditato - ore 10.00 S. Messa

*******

LUNEDI 19 NOVEMBRE 2018

PELLEGRINAGGIO con  BATTELLO (con iscrizione) (rientro in battello)

ore 8.20 ritrovo al pontile di Tavernola

tragitto in battello e arrivo in Cattedrale a Como

ore 9.30 S. Rosario meditato -  ore 10.00 S. Messa    

ISCRIZIONE ENTRO LUNEDI 12 NOVEMBRE ore 12.00

telefonando dal lunedì al venerdì ore 9.00/12.00 al n. tel 031 51.14.87

Sarà chiesto il contributo per il biglietto del battello da consegnare la mattina stessa.

 
CONFESSIONI SETTIMANALI
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 05 Novembre 2018 09:11

 

CHIESA S. TERESA MASLIANICO  SETTIMANA 5-11 NOVEMBRE 2018

Martedì 6 nov

18.00/19.00

don GIANPAOLO

Giovedì 8 nov

SOSPESO

 

Venerdì 9 nov

9.30/10.30

don GIOVANNI

Sabato 10 nov

11.00/12.00

don ALESSIO

inoltre il sabato prima delle messe pre-festive nelle singole parrocchie

Ultimo aggiornamento Lunedì 05 Novembre 2018 09:13
 
la PAROLA 4 NOVEMBRE 2018
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 05 Novembre 2018 09:08

XXXI DOM. T.O. - B - 4 NOVEMBRE 2018
«Non sei lontano dal regno di Dio» (Mc 12,34b)
Emblematico che il primo comandamento secondo Gesù sia perentoriamente: «Ascolta Israele!». L'ascolto anzitutto, l'apertura degli orecchi ma soprattutto del cuore, perché quello che sentiamo sia vagliato e, quando viene da Dio, accolto come degno della nostra fede. Non per niente Ascolta Israele – Shemà Israel – è tutt'ora il cuore della preghiera quotidiana del popolo ebraico; non esiste comandamento che abbia effetto nella vita del credente senza che prima vi sia la disposizione all'ascolto. L'uso del verbo singolare ascolta consegue l'utilizzo del nome collettivo Israele, che indica il Popolo di Dio al completo, ma l'insistenza singolare dei comportamenti che segue – «con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima, con tutta la tua mente, con tutta la tua forza» – fa pensare ad un comando molto personale. Significa che la disposizione all'ascolto è qualcosa che ognuno deve personalmente adottare come atteggiamento costante per cogliere il vero comandamento del Signore, amare. Non c'è amore senza ascolto sincero dell'altro.
Lo scriba del vangelo riconosce la bontà della risposta di Gesù e si sente dire da lui: «Non sei lontano dal regno di Dio». Quello verso il Regno è un cammino che dura tutta la vita degli uomini, non è qualcosa di puntuale, raggiunto una volta per tutte, soltanto alla fine la nostra vita dimostrerà se con tutto il cuore, l'anima, la mente e la forza saremo riusciti ad amare il Signore; quello che Gesù chiede allo scriba e anche a noi è anzitutto di ascoltare il suo appello e metterci in cammino, camminare lungo questo viaggio verso la meta del regno eterno.

 


Pagina 8 di 241

Design by Gabriele Della Torre / Script by Joomla! / Webmaster: - / Versione 1.5.4 / Licenza Creative Commons
Il contenuto di www.bisbino.it è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.