Comunità della Beata Vergine del Bisbino

Cerca

Eventi

Mer Nov 01
SANTI
Mer Nov 01
SANTI
Gio Nov 02
DEFUNTI
Ven Nov 03
I° VENERDI MESE
Gio Nov 09 @20:45 -
PREGHIERA VICARIALE
Ven Nov 10 @21:00 -
SINDONE
Gio Nov 16 @20:30 -
ADORAZIONE SETTIMANALE
Dom Nov 19 @21:00 -
CONCERTO S. CECILIA
Gio Nov 23 @20:30 -
ADORAZIONE SETTIMANALE
Dom Nov 26
ANNIV MATRIMONIO

Condividi

Comunità

Powered by JoomlaGadgets

Home
la PAROLA 1 OTTOBRE 2017
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 02 Ottobre 2017 08:12

"Ma poi si pentì e vi andò"   XXVI DOMENICA T.O.
Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 21, 28-32)
Ancora una volta il Vangelo usa l'immagine della vigna, luogo di fatica che porta però frutti di gioia e di consolazione, simbolo del popolo di Dio, adatto a farci capire con semplicità e concretezza l'azione del Signore e la logica nuova del suo Regno.
La parabola raccontata da Gesù, in cui due figli hanno atteggiamenti divergenti alla richiesta del padre di andare a lavorare in vigna, e che poi si comportano entrambi all'opposto di quanto dichiarato, richiama subito l'importanza di andare oltre le parole e le buone intenzioni, perché ciò che conta è ciò che si realizza nei fatti (un tema molto caro all'evangelista Matteo). E, come spesso capita, Gesù provoca il giudizio dei suoi interlocutori per metterli di fronte alle loro mancanze, notando che spesso era rifiutato dai "vicini", dai giusti e dai devoti, mentre era accolto dai "lontani", dai peccatori e dalle prostitute.
Una sottolineatura che non ha perso nulla della sua attualità.
Da tutto ciò si coglie l'ambivalenza del nostro cuore, la lotta che tutti noi cristiani dobbiamo vivere per far corrispondere i fatti alle parole, per compiere il bene: la conversione deve essere un elemento continuo della nostra vita. Con la convinzione che ciò che portiamo nel profondo del cuore è spesso più grande rispetto a ciò che appare di noi.

Ultimo aggiornamento Lunedì 02 Ottobre 2017 08:13
 
FESTA DI PIAZZA
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 25 Settembre 2017 08:38

FESTA DELLA MADONNA DEL ROSARIO

TRIDUO IN PREPARAZIONE ALLA FESTA

mercoledi 27 settembre        Messa ore 20.45
giovedi 28 settembre            Rosario ore 17.00-Messa ore 17.30
venerdi 29 settembre            confessioni ore 16/17-  Rosario ore 17.00- Messa ore 17.30-   Rosario ore 20.45

FESTA PARROCCHIALE

sabato 30 settembre              confessioni  ore 15.00/16.45 -   ore 17 Messa
domenica 1 ottobre                ore 10.00 Messa solenne e processione    -         ore 15.30 Vespri solenni

Ultimo aggiornamento Lunedì 25 Settembre 2017 08:45
 
ORARI MESSE 1 OTTOBRE
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 25 Settembre 2017 08:20

Piazza S. Stefano: in occasione della festa parrocchiale, domenica 1 ottobre sarà celebrata una sola Messa alle ore 10

Ultimo aggiornamento Lunedì 25 Settembre 2017 08:22
 
la PAROLA 24 SETTEMBRE 2017
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 25 Settembre 2017 08:18

"Andate anche voi"     XXV DOMENICA T.O.
Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 20, 1-16)
In consonanza con il vangelo di domenica scorsa, che ci ricordava la novità della giustizia divina realizzata dalla misericordia, si pone anche la parabola odierna, quella degli operai chiamati a tutte le ore. Essa contiene diversi spunti di lettura. C'è un padrone che continua a uscire e a raccogliere lavoratori per mandarli a lavorare nella sua vigna, segno di un Dio che continua a cercare e a chiamare gli uomini in ogni stagione della loro vita: "Andate anche voi". Non importa quando si accoglie la "chiamata" di Dio a vivere il suo Vangelo, ma ciò che conta è farlo, essere suoi discepoli, camminare dietro a Lui. Non c'è un "ormai" nella vita di fede, un ostacolo che non possa essere superato e vinto dall'amore di Dio.
Quando il padrone paga i diversi operai dà a tutti lo stesso salario, quello che aveva pattuito con i primi. La sua decisione sconcerta, capovolge un'idea per noi consolidata circa il merito e il premio; "quello che è giusto ve lo darò": gli operai della prima ora sono invidiosi della bontà del padrone, si aspettavano un trattamento differenziato rispetto agli altri, non capendo che il vero premio e privilegio era stare nella vigna, lavorare per quel padrone. "Non posso fare delle mie cose quello che voglio?": l'espressione non indulge all'arbitrio, al capriccio, ma rivela una volontà di Dio che è paterna e amorosa per tutti, a partire dagli ultimi.

 


Pagina 5 di 201

Design by Gabriele Della Torre / Script by Joomla! / Webmaster: - / Versione 1.5.4 / Licenza Creative Commons
Il contenuto di www.bisbino.it è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.