Comunità della Beata Vergine del Bisbino

Cerca

Eventi

Mar Dic 26
SANTO STEFANO
Mer Dic 27
SAN GIOVANNI
Gio Gen 04 @20:30 -
ADORAZIONE SETTIMANALE
Sab Gen 06
BENEDIZ BAMBINI
Gio Gen 11 @20:45 -
PREGHIERA VICARIALE
Dom Gen 14 @15:00 -
ASSEMBLEA COMUNITARIA
Mer Gen 17
BENED. AUTO
Gio Gen 18
ADORAZIONE SETTIMANALE
Sab Gen 20
SOCCORSO
Lun Gen 22
SAN VINCENZO

Condividi

Comunità

Powered by JoomlaGadgets

Home
BATTESIMI
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 15 Gennaio 2018 10:52

PREPARAZIONE AL BATTESIMO ANNO 2018
per chi intende battezzare il proprio figlio/a occorre prepararsi partecipando a una serie di incontri. E' possibile farlo anche prima della nascita del bambino/a.
Per iscrizioni e informazioni contattare:
don Stefano 031.511487 - 348.7317647
don Gianpaolo 031.512318 - 333.7024998

Gli incontri saranno il sabato dalle ore 15.00 alle ore 16.15

Ultimo aggiornamento Martedì 16 Gennaio 2018 09:19
 
la PAROLA 14 GENNAIO 2018
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 15 Gennaio 2018 10:39

II DOMENICA T.O. - B - 14 GENNAIO 2018
«Quel giorno rimasero con lui» (Gv 1,39b)
«Che cosa cercate?», «Dove dimori?», «Venite e vedrete». Domande e risposte vaghe, come se nessuno volesse o sapesse rispondere chiaramente, come se a dominare il contesto di questo vangelo fosse l'insicurezza, l'incertezza generale. Ma noi siamo sappiamo che non è così, che dietro a questa apparente inconcludenza la realtà è un'altra, perché «quel giorno rimasero con lui»! La risposta a tutte le domande Andrea e l'altro discepolo non soltanto l'hanno ascoltata, ma l'hanno addirittura incontrata: Gesù è la risposta. L'hanno seguito, hanno visto e sono rimasti con lui.
La familiarità con la quale Gesù ha accolto i due discepoli di Giovanni, nella semplicità fatta di esperienza e non di programmi politici o soluzioni facili, fondata sull'unica promessa «venite e vedrete», li conduce per mano nella sua conoscenza, li porta a comprendere che quell'uomo, che il Battista aveva loro indicato, non è un semplice rabbì («che tradotto significa maestro») ma è l'inviato di Dio, il Messia («che si traduce Cristo»).
Restando insieme a Gesù e conoscendolo sempre più a fondo, quei due sentono nascere dentro di sé l'impulso di dire al mondo quello che hanno visto e sperimentato, così Andrea, appena incontra Simone, suo fratello, lo conduce al Signore. Lo stesso può valere per noi: se vogliamo compiere la nostra missione e portare il Vangelo in un mondo che lo rigetta ogni giorno di più non possiamo che partire nello stesso modo: rimanendo con Gesù.
Cerchiamo la dimora del Signore, entriamo e abbandoniamoci con fiducia al suo invito: «Venite e vedrete!»

 
ASSEMBLEA COMUNITARIA
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 08 Gennaio 2018 09:06

COMUNITA' PASTORALE BEATA VERGINE DEL BISBINO

ASSEMBLEA COMUNITARIA    DOMENICA 14 GENNAIO 2018

TEMA:
rapporto tra parrocchia e comunità pastorale

DESTINATARI:
tutti i collaboratori che prestano un servizio nelle nostre cinque parrocchie e/o nella comunità pastorale del Bisbino

RITROVO:
ore 15.00 oratorio di Cernobbio

l'invito è quello di concludere insieme l'assemblea partecipando alla S. Messa delle ore 18.00

Vi aspettiamo !
don Stefano, i sacerdoti collaboratori e il C.P.C.

Ultimo aggiornamento Venerdì 12 Gennaio 2018 09:09
 
la PAROLA 7 GENNAIO 2018
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 08 Gennaio 2018 08:59

«Vide squarciarsi i cieli» (Mc 1,10a)   Battesimo del Signore - B - 7 gennaio 2018
dal Vangelo secondo Marco
La brutalità di questa immagine dei cieli che si squarciano ripete in termini nuovi il mistero del Natale, di un Dio che varca le porte del suo cielo per venire da noi, sulla nostra terra e nella nostra natura umana. Sentiamo ancora l'eco dell'Epifania, cioè della manifestazione della divinità di Cristo, riconosciuta e adorata giusto ieri dai Magi a Betlemme e dichiarata inequivocabilmente oggi dalla voce del Padre e dallo Spirito Santo che discende verso di lui nel Giordano. Dio è nel mondo!
Ma questa estrema vicinanza di Dio all'uomo, di cui ha scelto di condividere la natura, ha il sapore della definitività. Cristo Gesù ha assunto un corpo di carne che, anche dopo la risurrezione, non lascerà più. Il suo legame con l'uomo non è stato provvisorio. Ce lo dice l'evangelista Marco proprio in questa immagine dei cieli squarciati. La scelta di questo verbo (non condiviso da Matteo e Luca, che preferiscono il più delicato aprirsi dei cieli) segna la distruzione di un muro, di un confine prima invalicabile e ora aperto per sempre. Venendo nel mondo Gesù ha aperto a noi la strada per il cielo. Assumendo la natura umana, Dio ha preparato per noi la vita divina, come figli nel suo unico Figlio.
Così possiamo gustare nel vangelo di questa domenica l'armonia tra quel «Gesù che venne da Nazaret», come un uomo tra tanti, e il divino Figlio, in cui il Padre si compiace; un'armonia che attende tutti coloro che vorranno oltrepassare, quando il Cristo verrà nella gloria, i confini dei cieli squarciati.

 


Pagina 1 di 206

Design by Gabriele Della Torre / Script by Joomla! / Webmaster: - / Versione 1.5.4 / Licenza Creative Commons
Il contenuto di www.bisbino.it è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.