Comunità della Beata Vergine del Bisbino

Cerca

Eventi

Ven Set 22 @21:00 -
GENITORI MEDIE
Gio Ott 05 @20:30 - 09:30
ADORAZIONE SETTIMANALE
Gio Ott 05 @21:30 -
MINISTRI STRAORDINARI
Ven Ott 06
I° VENERDI MESE
Sab Ott 07 @17:00 -
comunità Bellagio
Lun Ott 09 @21:00 -
MANDATO OPERATORI PASTORALI
Gio Ott 12 @20:30 - 09:30
ADORAZIONE SETTIMANALE
Mar Ott 17 @18:30 -
CPC
Gio Ott 19 @20:30 - 09:30
ADORAZIONE SETTIMANALE
Gio Ott 26 @20:30 - 09:30
ADORAZIONE SETTIMANALE

Condividi

Comunità

Powered by JoomlaGadgets

Home
OTTOBRE MISSIONARIO
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 16 Ottobre 2017 09:46

VICARIATO DI CERNOBBIO      Ottobre Missionario 2017       LA MESSE È MOLTA Mt 9,37

MERCOLEDÍ 18 OTTOBRE
Oratorio di Laglio

ore 20.30 S.Messa presieduta da padre Giorgio Aldegheri
a seguire 1. missione in bicicletta ad Amatrice     (testimonianza con immagini e video)
2. p. Giorgio (superiore Comboniani di Rebbio)  La mia esperienza missionaria in Centrafrica   ed in Italia con i migranti

VENERDÍ 27  OTTOBRE
Chiesa di Maslianico ore 20.45

VEGLIA MISSIONARIA   presieduta da don Ivan Manzoni      (prete Fidei donum in Perù)

Ultimo aggiornamento Lunedì 16 Ottobre 2017 15:45
 
CORSO CATECHESI ADULTI
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 16 Ottobre 2017 09:01

CORSO di CATECHESI ADULTI 2017 PER IL VICARIATO DI CERNOBBIO

"Il patriarca Abramo"
commento al libro della Genesi dal cap.12,1 al cap. 25,11

Relatori don Antonio Fossati e don Maurizio Uda
sala parrocchiale di Maslianico - S.Teresa ore 21.00
nei giorni 23 - 30 ottobre e 6 -13 -20 -27 novembre
portare con sé copia della Bibbia.

Iscrizioni entro venerdì 20 ottobre consegnando in parrocchia
il cedolino (che trovate allegato agli avvisi settimanali) e la quota di partecipazione di € 5.00.

Ultimo aggiornamento Lunedì 16 Ottobre 2017 15:45
 
la PAROLA 15 OTTOBRE 2017
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 16 Ottobre 2017 08:59

"La sala delle nozze si riempì di commensali"    XXVIII DOMENICA T.O.
Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 22, 1-14)
La parabola del banchetto di nozze pone ancora al centro il tema del rifiuto di Dio da parte del suo popolo. Alcuni particolari lo evidenziano: l'uccisione dei servi del re, apparentemente esagerata nel racconto, richiama l'uccisione degli antichi profeti di Israele, e l'incendio della città degli invitati renitenti, ai primi ascoltatori di Matteo doveva subito far pensare alla distruzione di Gerusalemme ad opera dei Romani nel 70 d. C. Tuttavia, quella raccontata da Gesù è una storia che si ripete. Le nozze del figlio del re rappresentano un evento importante e l'invito ad esse costituisce di sicuro un onore invidiabile, anche se spesso, e in verità in modo assai curioso, viene disatteso. L'invito di Dio a essere in festa con Lui cade nel vuoto. Ma la lieta notizia è che il re, a questo punto, chiama tutti alla festa (Matteo specifica "buoni e cattivi"): è il segno dell'assoluta universalità della chiamata di Dio alla salvezza. Dio chiama tutti, proprio tutti, a entrare nel suo amore e la Chiesa deve essere strumento di questa universalità. L'invito, però, esige decisione, prontezza nell'accoglierlo, e conversione: l'abito nuziale che occorre indossare indica che bisogna prendere coscienza dell'invito e adeguarvisi.
La sala piena di commensali è motivo di speranza per tutti.

 
la PAROLA 8 OTTOBRE 2017
Scritto da segreteria BVB   
Lunedì 09 Ottobre 2017 08:30

"Avremo noi la sua eredità"  XXVI DOMENICA T.O.
Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 21, 33-43)
Ambientazione della parabola di questa domenica è ancora un vigneto.
Il racconto di Gesù riprende il canto della vigna di Isaia che la liturgia adotta come prima lettura. Ma, se nel profeta la vigna è simbolo del popolo dell'Alleanza, nel Vangelo passa a identificare il Regno di Dio; se in Isaia, la pianta improduttiva veniva infine abbandonata, in Matteo il vigneto è amministrato da contadini che disprezzano gli emissari del padrone e uccidono perfino suo figlio, a richiamare le vicende del popolo di Dio che rifiuta i profeti e il Cristo stesso.
Tuttavia, c'è un progetto del padrone che pianta e si prende cura della vigna, la circonda, la difende: è il progetto di Dio e del suo Regno; ma quanti sono chiamati a viverlo e a lavorarci non si rendono conto che i frutti di quel vigneto sono anche per loro, che sono chiamati a condividerlo in pienezza. La bramosia dei vignaioli ricorda la vicenda del peccato originale, il voler prendere per noi qualcosa che Dio ci ha già donato.
La conclusione della parabola è dura, ma proprio richiamando la "meraviglia" della pietra scartata che diventa pietra angolare, la meraviglia di Gesù e della salvezza da lui operata, il piano dei vignaioli per impossessarsi della vigna ("su, uccidiamolo") si tramuta in speranza: davvero prenderemo parte alla sua eredità.

 


Pagina 1 di 199

Design by Gabriele Della Torre / Script by Joomla! / Webmaster: - / Versione 1.5.4 / Licenza Creative Commons
Il contenuto di www.bisbino.it è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.